Я-Тим тура, Палермо 26 Июль 2003

Provate ad immaginare la scena… mi risveglio dopo ben 9 ore di nave, stordito ed assonnato… lascio il mio posto, il capitano annuncia che stiamo attraccando al porto di Palermo… vado sul ponte a prua e mi affaccio curioso: mi perdo nella mia prima occhiata a Palermo ma dopo pochi istanti sussulto: pochi metri distante vedo il palco dell’I-Tim tour: di lì a poco avrei visto per la seconda volta i Jamiroquai dal vivo!!

La mattinata sembra non passare mai… il pomeriggio alle 3:30 sono già sotto al palco con Stefano e Luisa. Conosco Francesca col ragazzo, Gigi e Veg@s con i rispettivi amici, siamo tutti a ridosso delle transenne, tutti con lo stesso scintillio negli occhi!

Le ore passano lente sotto il sole cocente, sul palco provano artisti che in alcuni casi suscitano un notevole interesse Archinuè e Bungt&Bangt) e si esibiscono gruppi emergenti dalle limitate capacità… tutto sembra oganizzato per aumentare l’agonia dell’attesa!!

Srotolo il mio striscione che attacco alle transenne: una bandiera dell’Italia con un grande bufaletto nero cucito nella parte centrale, quella bianca… l’ho preparata con Stefano (e l’ha cucita mammà!) sperando di poterla lanciare a Jay e strappargli una foto che sarebbe stata molto più di un semplice ricordo…

Inizia la serata: i gruppi che precedono i Jamiroquai riscaldano l’atmosfera in maniera eccellente (ovviamente mi riferisco solo a quelli citati sopra, gli altri lasciano MOLTO a desiderare…), Peppe Quintale ci intrattiene mentre montano il palco alle sue spalle… è la stessa piramide del tour estivo dell’anno scorso, semplice ma stupenda.

”Signori e signori, Jamiroquai!”, в конце концов, non resistevo più! Ormai saranno le 23 passate, alle mie spalle migliaia di persone in trepidante attesa! Dopo due pezzi di ottima musica house escono i musicisti, Sola, Вышка, Matt, Nick e Robb… iniziano a suonare poi… ”Buonasera Palermo!!”, Jay saluta la folla entusiasta: la stanchezza di un intero pomeriggio al sole è già volata via!!

All’inizio soliti problemi audio che guastano Canned heat e l’inizio di Cosmic girl, i primi due pezzi: Jay rivoluziona tutto, fa spostare due monitor sulla passerella del palco… la sua voce inizia a sentirsi meglio finalmente (se non sbaglio hanno anche allungato in jam l’intro di cosmic girl proprio per risolvere questi problemi audio!)! Amanti della band e profani si sono poi divertiti col famoso ”clap-clap” al ritmo di Little L (eh eh, qualcuno era proprio imbranato!!)…

Spazio ai pezzi di alta classe: finalmente dopo anni si risente Blow your mind! Определенный, senza fiati è tutta un’altra cosa ma… Matt si concede un assolo che sinceramente è da pelle d’oca! Jay la cantava con un trasporto unico… ed ogni ”say it again” era un brivido che mi percorreva la schiena…

Mentre giochicchia con dei pupazzetti lanciati dal pubblico Jay dice qualcosa tipo ”lo sapete che io sono un gran bravo ragazzo… non fumo mai… non corro mai in automobile…” e partono High Times e Travelling Without Moving (lo ribadisco, secondo me il pezzo live più bello in assoluto… anche se vale lo stesso discorso sui fiati di prima…): assoli vari di Nick (molto più disinibito dell’anno scorso) che dimostrano quanto bravo sia (durante i suoi slap ripensavo a tutte le critiche sul forum, credo vi abbia zittiti tutti ragazzi)

Volete un momento di magia pura? Jay&co. vi trasformano una semplice Butterfly in un estasi di suoni che si fonde all’emozione di un altro brano preziosissimo,

Еще одна история: migliaia di persone si saranno annoiate a lungo in questa parte del concerto ma vi assicuro che tra le prime file ci scambiavano sguardi emozionati ed esaltati… sono questi i migliori Jamiroquai.

Il pezzo immancabile, neanche a dirlo, è Alright: durante l’intro Jay guarda la bandiera che io e Stefano stringiamo tra le mani, la indica e sorride… un cameraman ci inquadra ed i nostri bei faccioni finiscono sui maxi-schermo ai lati del palco! Poi lanciamo la bandiera a Jason ma lui intanto va via senza neanche accorgersene… il pezzo inizia, Nick continua a stupirci ed il pubblico si diverte cantando a squarciagola il ritornello. Segue Love Foolosophy ed è l’apoteosi delle percussioni: Jay chiama a turno Sola e Derrick che iniziano a picchiare come dei forsennati sui tamburi, assoli veramente favolosi!

”Buonasera Palermo, grazie mille!”… tutti iniziano a chiamare la band, ovviamente aspettiamo il bis… intanto lo stesso cameraman di prima stende la bandiera al centro del palco poi la inquadra: che mi venisse un colpo, la mia bandiera era proiettata sul maxischermo alle spalle della piramide!!

I ragazzi tornano sul palco, parte Deeper Underground, Jay raccoglie la bandiera da terra e bacia il buffalo-man: ha cantato tutto il pezzo stringendola tra le mani, non riuscivo a crederci!

Concludono il pezzo ed escono di scena, stavolta è davvero finito il concerto… e intanto già inizio a pensare alla prossima volta in cui li vedrò dal vivo!

Giusto il tempo per una foto ricordo con i compagni della serata e poi via verso Cefalù con le orecchie che mi fischiavano da pazzi ed il cuore ancora palpitante per quelle emozioni.

Il mio secondo live, qualcosa di davvero favoloso e speciale… poche volte mi sono sentito così felice in vita mia, действительно.

FUNK YOU ALL PARTY PEOPLE!!

P.S.: alla fine la bandiera ce l’ha Jay… se l’è portata via alla fine del concerto!