Palamalaguti, Bologna 01 ottobre 2005 – di enos

Si parte sabato mattina alle 7.30 da Napoli centrale con Stefano, compagno di avventure… in treno il viaggio è lungo ma il pensiero di poter assistere allo show di lì a poche ore ci da l’energia giusta!

Sbarchiamo a Bologna intorno alle 12 e, dopo parecchi casini per arrivare a Casalecchio, depositare i bagagli e raggiungere il Palamalaguti… giungiamo al palazzetto in mostruoso ritardo (ero certo che avremmo perso la prima fila, che tristezza)! Prima però incontriamo la piccola Fracetana, che bello vederti di nuovo tesoro mio (per la seconda volta in un anno, un evento!)!

Fuori al Palamalaguti il primo che becchiamo è Ciuchino (FunkyDonkey) con la ragazza… poi arriviamo al varco 6 e, come previsto, c’era già un bel pò di gente!

Sento da lontano un urlo ”INOOOOOS”.. nn ho neanche bisogno di girarmi, so già che è Janluka, è l’unico (o almeno lo era fino a sabato!) a chiamarmi così! Che bello rivedere lui, LuvaV, la sua ragazza (il nostro terzo live insieme!)… conosciamo Serena, Giusy, Il Rifugiato, iamafatbastard, Paul di JamiroLife (grande!) e la sua combriccola, Alessandro, Alessia, Francesca (piccerèèè!!)… mamma mia, è stato bellissimo dare un volto a tutti quei nickname e strascorrere tutti insieme l’intera giornata!

Non solo… diciamo che i ragazzi ”ci avevano tenuto il posto” (eheh) visto che siamo entrati in testa alla fila aumentando le speranze di seguire il live con il petto sulla transenna!

Il tempo vola e tra una chiacchiera e l’altra e Jay che si mette a ‘pariare’ con una macchinina radiocomandata proprio davanti ai nostri occhi… arrivano le 19. Pronti??…Via! Aprono i cancelli, di corsa per accaparrarsila prima fila… ci riusciamo! In pratica, tra amici e parenti, abbiamo occupato tutta la prima fila… un sogno! Ci sistemiamo, chiacchiere con tutti, foto di rito (con e senza bandiera!) e le due ore passano rapidissimamente!

E alle nove, puntualissime, si spengono le luce del Palamalaguti… Escono tutti i componenti della band e si posizionano agli strumenti, parte il ritmo di Canned Heat e come un lampo salta fuori Jay Kay saltellante sul palco! Saluta il pubblico, guarda noi e la nostra immancabile bandiera, legge il cartello ”Remember? It was Naples 17.07” e sorridendo ci fa di sì con la testa!!

La scenografia è bellissima, imponente e maestosa, piena ci luci, colori, animazioni… ma allo stesso tempo affatto eccessiva! Forse è questo che manca nelle esibizioni dei tuor estivi: la scenografia, che negli show all’aperto è sempre più essenziale!

Ma torniamo alla musica… la band spara subito cartuccie d’oro suonando Space cowboy, Cosmic Girl e una strepitosissima Revolution (che carica quel pezzo!).

Dopo Little L e Seven Days in Sunny June è la volta di Dynamite: un pezzo eseguito in modo meraviglioso!! Un arrangiamento che rimbalza tutt’ora nella mia mente, da pelle d’oca!

Si prosegue con: Light Years (grande prova di Paul al basso!), Love Blind (rende molto di + Rdal vivo!), Use the force… e, durante l’assolo di chitarra di Rob, Jay scende tra il pubblico… gli stringiamo la mano (poverello, la mano sinistra gli fa ancora male!), ci regala un ghigno di simpatia e bacia la mano alla nostra Fracetana…

Siamo quasi alla fine del concerto: Black Capricorn Day (non è che mi faccia impazzire…), Love foolosophy, Time won’t wait (che belli gli orologi sugli schermi!) e (don’t) give hate a chance sono la scarica di energia giusta prima della bellissima Alright (si sono un pò incespicati tra di loro, ma cmq bella come sempre!)… ringraziamenti e giù di corsa dal palco…

Qualche minuto per riprendere fiato (per noi e per loro!) e di nuovo sul palco… il palazzetto si illumina di verde e partono i toni maestosi di Deeper Underground! Energia allo stato puro come sempre!!

”Bologna… Palamalaguti… Thank you!” E con un ultimo salto Jay mette fine al concerto!

Che dire… di certo è stato il miglior concerto a cui abbia mai assistito… non so spiegare il perchè, ma aveva qualcosa di speciale… musicalmente è stato strepitoso ed anche il contorno di emozioni pre-durante-post concerto è stato incredibile!

Siamo tutti a pezzi, è stata una giornata massacrante… tutti in auto (grazie per i passaggi a Janlu e Rifugiato!) e, una volta in albergo, tutti a nanna… ache se qualcuno ci metterà un pò prima di addormentarsi causa eccesso di adrenalina!

Lascio i miei ringraziamenti, come al solito, a tutti i compagni di viaggio: a Janluca, Luca e a Paul e alle rispettive combriccole, al Rifugiato, a iamafatbastard, ad Alessandro, a Ciuchino, ad Alessia e Piccerè… ragazzi, senza di voi non sarebbe stato tutto così speciale!

Dulcis in fundo ringrazio Stefano: sei un grande compagno di avventure, inimitabile (numm’o’scordo!); e Fracetana: sai quanto sono pazzo di te… vederti è bellissimo, vederti ad un concerto è il paradiso!

funk you all Party People!