Presión en vivo show privado en París, 31 Maggio 2011 – Marta

Nunca he ganado nada en mi vida… No podía creer que cuando un correo electrónico que confirma que ha ganado 2 Las entradas para el concierto privado en París Jamiro!!! después de tantos problemas de organización (vuelo, alojamiento, acompañante, y especialmente,boletos nunca llegó) il 31 Puede ir!!! de Venecia, tarde a la huelga de los controladores, ansiedad porque tenía una cita con una chica muy amable el personal Presión en vivo para la entrega en mano de mis entradas…pero llega a tiempo, Chloe y finalmente entregan las entradas mágicas! Yo y mi fiel Enrica estamos frente al Casino de París poco antes de 20..pensavamo comenzó más tarde, no sabíamos si estaban contados los asientos, Por suerte nuestro hotel no estaba muy lejos y nos hizo un agradable paseo sin cena!Si entra.. planificación de la localidad :), gadget vari e finalmente dentro…dopo il gruppo di supporto verso le 21 entrano loro, palco centrale ma abbastanza basso! io ed Enrica siamo a destra 3a fila, purtroppo abbiamo un paio di stangoni/e che ci occupano la visuale..ma, per fortuna nostra, un ragazzo viene portato via dalla security(abbastanza incazzosa per l’occasione)per via della telecamera e ci lascia il posto sugli scalini vicini…e da lì abbiamo visto Jay in tutto il suo splendore!per me poterlo vedere da così vicino è stato un sogno che si avverava. La scaletta del concerto è stata molto simile a quella delle tappe europee appena viste,anche se in formato ridotto:
– Rock dust light star
– Little L
– Canned heat
– Love foolosophy
– Travelling without moving
– Scam (intro)
– All good in the hood
– Deeper underground
– Alright
– White knuckle ride
Sin embargo,: Cosmic girl

Jay, vestito come a Mantova, ma con più energia…quando l’ho visto a marzo ho pensato fosse stanco dalla sera prima a Milano, mentre stavolta l’ho trovato carico e sorpreso dal calore del parterre parigino. Almeno del parterre..ad occhio e croce saremmo stati circa ottocento persone, la zona Vip in alto non si è particolarmente distinta per iltifo”, ma i fans giù in basso si sono fatti sentire!
Almeno le mie file..
In definitiva: forse il concerto è stato un po’ un “compitinoper i Jamiro, avendo comunque fatto solo pezzi già in programma da mesi, ma ho trovato Jay sinceramente colpito dal calore del pubblicoforse guardava solamente in basso 🙂 !
E per me è stato fantasticoquando ero ragazzina e sentivo i loro pezzi nel walkman nella mia cameretta mai avrei pensato un giorno di trovarmi a Parigi per assistere ad un loro concerto privato! L’unica mancanza: avrei voluto sentire “She’s a fast persuader” vivir,che purtroppo a Mantova non hanno fatto!
Finito il concerto, durato poco più di un ora, uscita dalla sala e attesa della band, che però non sono riuscita a vedere (a parte una delle coriste) per abbandono 🙂io e la mia socia abbiamo atteso per circa un ora, pero con el estómago vacío y sólo con el apoyo de la cerveza ofrecida por el patrocinador decidimos regresar al hotel para cerrar en paz :)!
Anche se è durato poco..bellissima avventura e grazie mille!!
See you in Piazzola!!